Osteopatia Biodinamica e Tridimensionale | L’Osteopatia e i “VETTORI” di John Upledger
15637
post-template-default,single,single-post,postid-15637,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

L’Osteopatia e i “VETTORI” di John Upledger

Osteopatia-Biodinamica-BLOG-vettori-upledger

L’Osteopatia e i “VETTORI” di John Upledger

La Linea Mediana Centrale si continua negli arti, i quali hanno inizio a partire dall’ “attacco” da cui sono apparsi le braccia e le gambe nell’embrione. Possiamo dire che gli altri superiori prima e gli inferiori poi, hanno preso avvio dalla Linea Mediana Centrale a livello delle “cerniere” rispettivamente cervico dorsale e lombo sacrale.

John Upledger ci ha insegnato a individuare e percepire le linee mediane dei vari spezzoni di arto (braccio, avambraccio, polso, mano… Piede, caviglia, gamba, ginocchio, coscia, bacino…), E ricondurle, o meglio permettere che si ripristini l’allineamento tra esse, coordinando l’effetto alla CAUSA.

Si tratta di “cogliere” le linee in disordine e portarle a sovrapporsi alla Direttiva Perfetta.

Quando le Linee Mediane (quelle centrali e quelle periferiche) sono rivisitate e riposizionate perfettamente, è come l’elettricità collegata nei cavi: tutti i Sistemi funzionano nell’àmbito del Meccanismo che è guidato dal RESPIRO PRIMARIO e dalle sue “applicazioni” singolari in ciascuno di noi.

Così come quando le vertebre (per esempio) tornano a ritrovare la giusta sistemazione a “incastro” (come vagoni sui binari) per poter essere messe in condizione di funzionare perfettamente e ricevere l’elettricità che le fa muovere.

Gli Elementi che ricevono l’Informazione Perfetta e la trasmettono a tutte le strutture sono:

  • Il Sistema Nervoso Centrale
  • Il flusso delle POTENZE Vitali nel liquido cefalo rachideo
  • La tensione reciproca dei sacchi membranosi di Durapadre, Duramadre, Aracnoide, Piamadre e Setti interposti, duplicazioni
    durali, pliche, Guaina durale anteriore etc. la quale si trasmette a tutte le “Fasce” del Corpo
  • La Mobilità e Motilità del Meccanismo Cranio Sacrale